Hai messo i prezzi sul sito?

prezzi in chiaro sul sito

Hai messo i prezzi sul sito?

Nelle scorse settimane abbiamo parlato tanto di idee e creatività, oggi invece vorrei che ci dedicassimo a un argomento che per me è importante, quello dei prezzi sul sito: metterli sì, metterli no, metterli ma nascosti che per trovarli devi avere il senso dell’orientamento di Indiana Jones?

Allora, secondo me è cosa buona e giusta metterli in chiaro(*).

Perché? Mo’ te lo spiego.

 

È una prima selezione dei clienti

Dire in modo esplicito che un prodotto o un servizio costano tot, ti eviterà di essere contattata da chi sicuramente non è disposto a investire quella cifra.

Ti faccio un esempio: per scrivere i testi di un sito web il prezzo da cui parto è 400 €. Se una persona è interessata a quel servizio ma ha un budget di 200 € è molto probabile che non mi scriverà per chiedermi un preventivo, cosa che – sembra cinismo ma è sopravvivenza – farà evitare a entrambi di perdere del tempo in mail, valutazioni, trattative.

[ poi no, qualcuno proverà comunque a chiederti “ma non posso pagarlo la metà?” – spoiler: NO – però queste richieste saranno eccezioni e il tuo tempo di lavoro sarà mooolto più fluido ]

E qui mi sembra di sentire la tua obiezione: alcuni servizi non hanno un prezzo fisso ma devo valutare di volta in volta. Lo so, succede spesso anche a me. Però sul sito metto almeno un prezzo di partenza: la dicitura “a partire da” serve proprio da spartiacque e ti aiuta a posizionarti in una fascia di mercato chiara e comprensibile.

 

Non rischi di fare brutte sorprese nei preventivi

Ti ricordi quando abbiamo parlato delle cose che non dovremmo mai fare ai clienti, per non spezzare il loro cuoricino? Ecco, lì ti ho nominato il fatto di non essere chiara nel preventivo, ma un altro modo per rendere i preventivi meno spaventevoli è proprio quello di far capire il prima possibile quale sarà – più o meno, ok – il range di costo.

Se il tuo potenziale cliente avrà già guardato il tuo sito e dato un’occhiata ai prezzi dei tuoi servizi, saprà cosa aspettarsi, magari non la cifra precisa ma sarà consapevole che quello che ti ha chiesto non costerà meno di un tot e ti assicuro che questa consapevolezza è importante, è il primo passo per poter lavorare bene insieme se la collaborazione partirà.

 

Inneschi un processo di fiducia

Ho sempre considerato la trasparenza come una buona base di partenza per tutte le relazioni – amore, amicizia, ma pure lavoro. Faccio fatica a comprare qualcosa se non trovo neanche una minima indicazione sul prezzo. Mi scoraggio, in un certo senso, e penso che questa cosa potrebbe succedere anche ai miei potenziali clienti. E anche ai tuoi.

Al contrario, se ti mostro subito che la base a partire dalla quale calcolerò il prezzo di un prodotto o di un servizio è lì, nero su bianco, probabilmente sentirai che non ho niente da nasconderti, che non sto aspettando di lanciarti una bomba che esploderà chiedendoti pagamenti esorbitanti a sorpresa: se quello che mi chiedi costa tanto, già lo sai, o almeno puoi intuirlo.

 

Ecco, per questo ho deciso di essere sempre chiara per quanto riguarda i costi dei miei prodotti e servizi. Sai da dove partono, sai in quale fascia si collocano e questo a me sembra un buon inizio per quella che magari diventerà una collaborazione. Patti chiari, amicizia lunga, giusto?

 

(foto Malvestida Magazine on Unsplash)

 

(*) Sicuramente ci sono categorie di professionisti per cui questo discorso non sarà possibile, credo però che in molti ambiti si possa parlare apertamente di costi scrivendoli sul sito nelle varie sales page.

Tags:
Non ci sono commenti

Lascia un commento