Valeria Zangrandi - scrittura, web e social | Scrivere per il web: non basta saper scrivere
E non basta neanche saper scrivere bene in generale – anche se aiuta molto, eh. Scrivere bene online è più complicato di così e te lo insegno al corso scrivere.com.
scrivere, scrivere per il web, copywriting, corso, parma, social media,
22043
post-template-default,single,single-post,postid-22043,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.2.2,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

Scrivere per il web: non basta saper scrivere

corso scrittura web onoff parma

Scrivere per il web: non basta saper scrivere

No, non basta saper mettere insieme un testo per scrivere bene sul web. E non basta neanche saper scrivere bene in generale – anche se aiuta molto, eh: ma no, non basta. Scrivere bene online è un po’ più complicato di così e allora ho pensato di raccontarlo in un corso che – ansia da prestazione a parte – ho deciso di proporre.

(OOHHHH di entusiasmo, per favore)

 

Cosa vuol dire | Non (solo) belli ma buoni

Quando scrivi un testo che andrà online devi ricordarti diverse cose: che non è come scrivere per un libro o per un catalogo, che leggere su uno schermo è più faticoso che su carta, che i lettori del web sono pigri (sì, tutti: anche tu e anch’io) e quindi bisogna fare in modo che non scappino velocemente dalla tua pagina.

Scrivere bene per il web vuol proprio dire considerare queste cose e adattare il testo al nostro obiettivo: farci leggere, farci capire, farci ricordare e (se saremo molto bravi) far ritornare.

Questo vuol dire che i nostri testi non dovranno essere (solo) belli ma soprattutto buoni, che poi vuol dire efficaci. Quello che scriveremo dovrà funzionare.

E come si fa a farlo funzionare, si chiederanno i miei piccoli costruttori di ingranaggi letterari? Appoggiate rondelle e cacciaviti che vi spiego.

 

Come si fa | Costruttori di ingranaggi

Ecco, per costruire testi buoni, che funzionino, ci sono un po’ di cose da sapere. E da saper fare – e no, non è la stessa cosa.

Diciamo che ci sono due punti da cui non si scappa: bisogna scrivere contenuti che siano di qualità per chi ci legge – tradotto: che siano utili e interessanti per i nostri lettori – e bisogna scrivere correttamente. Questa, miei piccoli inventori di metafore, è la base e non ci sono scorciatoie che tengano.

Da qui si parte. E si lavora su un bel po’di cose: sullo stile con cui raccontiamo, per esempio, e sulla forma del testo, che deve aiutare gli occhi di chi scorre le parole a non stancarsi, ad arrivare in fondo. Poi ci sono quelle piccole regole che bisogna seguire per piacere a Mr. Google e alle sue ricerche che però – mi perdonino i Seo specialist – senza un contenuto utile e fatto bene, servono fin lì. E, alla fine, queste nostre scritture vanno lasciate andare nel mondo – leggi: e qui arrivano i social.

Insomma, il lavoro da fare non è poco, ma si può imparare e migliorare. Giuro!

 

Dove te lo insegno | Il mio corso scrivere.com

Ecco, tutte queste cose te le insegno nel mio corso scrivere.com.

Questo corso fa per te se vuoi migliorare la tua capacità di scrivere testi per siti web, blog o canali social; se vuoi diventare più efficiente nella tua attività di copywriter (il calendario editoriale, questo sconosciuto!); se hai un’attività che devi raccontare online e non sai da dove cominciare.
Durante le 8 ore in aula alterneremo momenti di teoria a esercitazioni pratiche (perché penso che fare sia meglio che ascoltare) e alla fine ti lascerò le dispense con tutti i materiali usati durante le lezioni.

Il primo appuntamento è a Parma, alle Officine OnOff, sabato 1 aprile dalle 14.30 alle 18.30 e sabato 8 aprile dalle 9.00 alle 13.00. Se vuoi saperne di più, corri qui!

Che dici, ci vediamo in aula?

 

Ps: però, di base, devi saper scrivere in generale, quindi leggi e onora santa grammatica!!

Non ci sono commenti

Lascia un commento